Acabnews Bologna

Un sabato di lotta per la casa

Domani dalle 11,30 Idra in piazza Maggiore dopo lo sgombero [video] di mercoledì: “Per raccontare che occupare è giusto”. Alle 15 corteo di Social Log dall’ex Telecom occupata (concentramento studentesco alle 14,30 al Sabin); aderisce Ross@.

30 Gennaio 2015 - 15:59

http://zic.it/wp-content/uploads/DSC4038-copia.jpg“Domani, all’interno della giornata nazionale lanciata da Abitare nella crisi, a partire dalle 11,30 saremo in piazza Maggiore per raccontare perché in una città dominata dalla speculazione immobiliare occupare è giusto. In un momento in cui l’emergenza abitativa è all’ordine del giorno, le istituzioni non sanno darvi una risposta e di palazzi vuoti è piena la città: invitiamo chi come noi ha scelto di non sottostare al ricatto dell’affitto ad informarsi, ad auto organizzarsi e riappropriarsi del presente. La resistenza allo sgombero di mercoledì è solo la tappa di un percorso pronto a continuare!”. E’ l’annuncio diffuso da Idra su Facebook.

Nel pomeriggio, poi, sempre nell’ambito della giornata nazionale di mobilitazione, ci sarà il manifestazione promossa da Social Log con partenza alle 15 dall’ex Telecom occupata di via Fioravanti 27: una “marcia delle periferie”, quindi “non il solito corteo che parte dal centro cittadino- ha spiegato il collettivo- perchè partiremo dalla Bolognina e ci sposteremo rimanendo comunque in periferia, per far parlare le occupazioni, con tutti i problemi dei quartieri popolari”.  E’ previsto un concentramento per gli studenti delle superiori alle 14,30 davanti al liceo Sabin, in via Matteotti:”La lotta per la casa riguarda tutti- è l’appello- e ha bisogno della solidarietà di tutti! Com’è possibile che vengano spesi per anni e anni i miliardi per il Tav o altre grandi opere inutili mentre centinaia di famiglie vengono lasciate senza casa, quindi anche senza la possibilità di accedere a sanità, scuola, lavoro? Dobbiamo essere tutti al fianco di chi lotta, perché solo compatti e uniti potremo riprenderci sul serio i nostri diritti, che ogni giorno vediamo sempre più calpestati!”. Alla manifestazione aderisce anche Ross@: “La situazione abitativa nel nostro paese e a Bologna è drammatica. Per questo occorre costruire mobilitazioni per bloccare ogni singolo sfratto, i settori popolari sono pesantemente colpiti, affitti e mutui inaccessibili e cresce il numero di quanti sono costretti a coabitazioni forzate e addirittura a dormire in auto e in strada”.

> La mobilitazione dopo lo sgombero di Idra nel video di ZicTv: