Acabnews Bologna

“Per il nostro futuro. Con la Vale nel cuore”

Il Tpo saluta Valentina Pericoli, cantante dei Valentines, scomparsa dopo una lunga malattia: “Era una di noi. A suo modo, con il suo stile, i suoi cani, i suoi dipinti, i suoi dischi, i suoi live…”.

05 Giugno 2014 - 17:17

It’s better to burn out ‘cause rust never sleeps.
The king is gone but he’s not forgotten.
Hey hey, my my. Rock and roll can never die

(N.Y.)

Quindici anni insieme sono una vita. E non si può scrivere una vita né recitare di una vita.

Valentina stava con noi da quindici anni, anni intensi, di movimento, passioni, incroci, confronti; tutto ciò che rende una vita in movimento.

Anni in cui si cambia e ci si cambia; Vale ci ha fatto cambiare.

Con il suo sorriso, la sua capacità di sorprenderci per intelligenza e radicalità, per la biografia che ha meticciato in modo unico la propria passione per il rock (IL Rock, non una musica, ma la musica ribelle), lo show sui palchi con i Valentines, le serate insieme, i cortei, la quotidianità, le discussioni (ti giravi per vedere se la Vale annuiva o scuoteva la testa per capire se avevi esagerato con le cazzate o eri sull’onda giusta), i locali ed i festival conosciuti grazie a Vale, la vita di lavoro da proletaria nella nostra città. E la meravigliosa storia d’amore con Alle.

Non si può spiegare o raccontare, si può alludere per ricordare, magari ricordare per condividere.

Ma noi siamo una comunità che preferisce evitare le liturgie.

Vale era una di noi.

A suo modo, con il suo stile, i suoi cani, i suoi dipinti, i suoi dischi, i suoi live, la sua personalità; da bolognese.

Due cose. Nessuno di noi avrebbe retto meglio di Vale più di 84 mesi di malattia.

Senza lamentarsi, senza farlo pesare, senza portare tristezza, ma passione per la battaglia.

Il primo maggio di quest’anno ha avuto la forza di venire a trovarci a Labas, poche ore prima di lasciarci -ha scelto di andarsene con dignità, dopo aver fatto il compleanno da lucida e serena con amici e compagni- ci ha detto di scusarla “se non era in forma”.

Siamo forti, perchè Valentina Pericoli è con noi.

Avanti.

Cs Tpo